Ferruccio Busoni

Condividi su facebook stampa invia email

Ferruccio Busoni (Empoli 1866- Berlino 1924)

Ferruccio Busoni Fu avviato agli studi musicali dai genitori, entrambi musicisti, divenendo compositore e pianista di grande fama. Fin da giovanissimo iniziò a viaggiare e dall'Italia si trasferì a Vienna dove conobbe Brahms. Poi passò a Lipsia ed ebbe contatti con Tchajkovsky e in seguito, nel 1888-89, con Sibelius ad Helsinky. In questa città insegnò pianoforte. Sommo interprete di Bach, di Beethoven, di Liszt, iniziò presto l’attività di concertista, fu anche musicologo e critico musicale. Tra i suoi componimenti vi sono Elegie per pianoforte (1907-9), Fantasia contrappuntistica (1910-12), Sonantina seconda (1912) o il Nocturne symphonique op. 43, le opere Fantasia indiana (1913) e al Doktor Faust, negli ultimi anni della sua vita. A lui è dedicato, nella sua casa natale, il Centro Studi Musicali che, in relazione con artisti di respiro internazionale, affianca all’attività di studio, l’organizzazione della stagione concertistica di Empoli e di numerose altre iniziative musicali.